Venire nel culo: come trasformare un sogno in realtà…

venire nel culoSe sei approdato su questa pagina, sei certamente tra quelli che vorrebbero venire nel culo alla propria donna, ma che ancora non hanno avuto modo di trasformare questo sogno in realtà…

Tranquillo, non sei il solo… Purtroppo questo è uno di quegli argomenti spinosi che molto spesso le donne cercano di evitare perchè venire nel culo equivale automaticamente a fare sesso anale… e la maggior parte delle donne ha paura del sesso anale…

Perchè? Perchè associano questa pratica al dolore. Anche se non l’hanno mai provata, anche se non glielo hai mai sfiorato neanche con la lingua, dicono che fare sesso anale fa male. Magari lo hanno sentito dire da qualche loro amica o semplicemente hanno questa idea radicata nella testa.

Si precludono uno degli orgasmi più belli del sesso solo per un’idea che viaggia nel loro cervello…

Quindi, come poter superare questo scoglio insidioso e far si che anche tu possa provare il piacere di venire nel culo alla tua donna e, nello stesso tempo, portare lei ad un orgasmo esplosivo?

Venire nel culo: le principali obiezioni da superare se vuoi arrivare al suo lato b…

Innanzitutto, per cominciare, bisogna che aiuti la tua donna a lasciarsi andare col sesso anale. Questo è fondamentale: niente sesso anale, niente orgasmo nel suo didietro…

Per fare questo ti consiglio di leggere l’articolo che ho scritto sull’argomento “Come fare sesso anale: trasforma la tua donna da Santarellina a Porno Star in poche mosse… “

Intanto ti do qualche piccola anticipazione anche qui…

Allora devi sapere che le donne dicono “No” al sesso anale principalmente per 3 motivi… Nella loro testa il sesso anale:

  1. “Fa male”
  2. “Fa schifo”
  3. “Allarga l’orifizio anale e non si riesce a trattenere più niente”

Da donna, voglio aiutarti a smontare questi punti uno per uno per far si che arrivi davanti alla tua ragazza preparato ad affrontare queste obiezioni.

  • Il sesso anale fa male!!

    Come detto prima, questo fantomatico dolore le donne lo hanno nella testa. Io per prima, la prima volta che Mr. Shax mi ha parlato di provare ad esplorare luoghi inesplorati, mi sono fatta prendere dal panico… “E se mi fa male??” “Oddio non voglio sentire dolore!!” Si, è normale, preparati a sentirti dire questo. Ma come si può affrontare questo problema? Innanzi tutto tu e la tua lei dovete avere un buon rapporto di complicità e confidenza tale da potervi permettere di parlare con serenità di tutto; poi dovrai iniziare ad avvicinarti al suo lato b con delicatezza e pazienza. Come ho scritto anche nell’articolo sul sesso anale, i preliminari non durano pochi minuti, durano ore, giorni, settimane. Se vuoi che lei sia preparata alla penetrazione senza sentire dolore, dovrai avere la pazienza di lavorarla per bene prima. La fretta non porta da nessuna parte!

 

  • Il sesso anale fa schifo!!

    Naturalmente facendo sesso anale, sai perfettamente dove vuoi entrare. Entri in un orifizio creato come punto d’uscita e non come punto d’entrata… Questo lo sai e lo sa anche lei! Quindi è normale che lei possa schifarsi un po all’idea di dove stai entrando e di cosa possa esserci li dentro. Sta a te tranquillizzarla e farle capire che a te non importa nulla di cosa potresti trovare! L’importante è che lei si senta serena che a te questo non da fastidio. Diglielo e ripetiglielo fino a che non sarà convinta: “So dove sto entrando e questo non mi crea nessun problema!” Logicamente, questo non deve crearti per davvero nessun problema… Se te ne crea, allora evita di avvicinarti al suo culo!

 

  • Il sesso anale allargherà l’orifizio anale e io non riuscirò a trattenere più niente!!

    Questa a mio avviso è l’obiezioni più difficile da superare perchè è una cosa che riguarda direttamente lei, una conseguenza che a te tocca solo in modo marginale… Allora, è vero che il sesso anale allarga l’orifizio, ma è vero anche che l’ano è un muscolo elastico e che quindi alla fine torna alla forma originale. Anche quando l’avrai trasformata nella tua Porno Star personale e quindi userai il suo lato b come se fosse il suo lato a, lo sfintere anale tornera’ sempre, sempre allo stato originale. Ma qualsiasi cosa dovesse succedere, qualsiasi piccolo incidente di percorso dovesse capitare alla tua lei, sta a te e alla tua intelligenza sdrammatizzare e riderci su. Non colpevolizzarla mai di questo e non schifarti mai! Dopotutto il sesso anale si fa in due, in due si gode e in due si affrontano simpaticamente le ‘conseguenze’…

 

Ma come faccio a venire nel culo?

Dopo aver superato le obiezioni ed essere riuscito con calma e pazienza ad entrare nel suo culetto è arrivato il momento di venire dentro di lei e quindi di avere un orgasmo. Questa parte è un po più complicata. Perchè?

Perchè a questo punto occorre iniziare a muoversi dentro e fuori al suo culo come faresti se fossi nella figa. Ma il culo non è la figa e il movimento avanti e indietro è abbastanza fastidioso per la donna all’inizio, in quanto il retto è molto stretto e pieno di terminazioni nervose. Un conto è entrare e stare fermi, un conto è entrare e muoverti nel suo culo.

Il movimento dovrà essere lento e delicato, dovrai cercare di fare avanti e indietro inizialmente per pochi cm, così che lei si abitui. Naturalmente è tutta una questione di pazienza e allenamento, più fate sesso anale, più il suo lato b si abitua all’ospite e più sarà facile muoverti dentro di lei. Certo, questo richiede un bel po di tempo. Non pensare che oggi entri, domani te lo trombi come se fosse una figa!

Ma come fare per accellerare un po i tempi e cercare di venire nel suo culo prima che entrambi diventiate vecchi?

Io e Mr. Shax abbiamo testato più volte la posizione dell’amazzone per il sesso anale. E’ il modo più semplice di iniziare perchè è la donna ad avere il “comando” nel senso che e’ lei a controllare il pene che entra, e’ lei che gestisce la pressione ed e’ lei a controllare il movimento. Quindi se sente un po di dolore sarà lei stessa a sistemarsi nel migliore dei modi.

Il movimento per venire nel culo

Diciamo che ora siete riusciti a completare la penetrazione. Tu sei sdraiato e lei è seduta sopra di te col pene nel suo culetto stretto… Ora metti le mani sui suoi fianchi e falla muovere su di te. Lei proprio deve strusciare, la sua figa deve sfregare contro la tua pancia per intenderci.

In quel modo invece di fare su e giù nel suo culo e provocarle fastidio, farai muovere il pene avanti e indietro direttamente dentro al retto. Lei sentirà una leggera pressione dentro di lei; quella sensazione più lo sfregamento del clitoride su di te la porteranno all’orgasmo.

Più lei si avvicina all’orgasmo e più il suo movimento su di te sarà accellerato. Più lei accellera il movimento e più il pene sarà stimolato e arriverai all’orgasmo.

Questa posizione è molto comoda perchè potrai muoverla su di te come preferisci: più lenta, più veloce, con un movimento rotatorio, più in avanti o più indietro. Questo poi dipenderà da voi.

Ma tranquillo, so che ora tutta questa teoria ti sembra difficile, ma questo genere di cose è più semplice farle che spiegarle. Provate, provate e provate. Solo in questo modo saprete riconoscere le posizioni e i movimenti giusti per voi…

Il momento clou…

State arrivando all’orgasmo, magari simultaneamente, lei si muove, tu la muovi, senti che stai per venire e aumenti il ritmo per esplodere più forte che puoi… Questa cosa unisce molto la coppia.

In primis, le stai venendo dentro. Anche se non è il ‘dentro classico’ comunque non stai sprecando milioni e milioni di soldatini in un preservativo, ma li stai donando a lei.

Secondo, sei rilassato tu perchè sai di poterti lasciar andare tranquillamente ed è rilassata lei perchè venire nel culo è relativamente sicuro.

Terzo, state facendo insieme una cosa molto intima, che probabilmente non avrete mai fatto con altri e che consoliderà il rapporto che c’è tra voi. Che sia solo un rapporto di sesso o anche di sentimenti, saprete che in qualche modo ora tra di voi c’è più complicità…

Il dopo…

Beh come detto prima le conseguenze positive di riuscire a venire nel culo sono molteplici, ma la migliore è sicuramente il fatto che lei si sentirà tua, tua e solo tua. Questo per una donna è psicologicamente necessario. Oltre a questo mettici il fatto che sentirti venire dentro aumenterà considerevolmente la sua eccitazione e in questo modo riuscirà a lasciarsi andare meglio e a provare anche lei il piacere unico dell’orgasmo anale.

Ricordati, variare è estremamente importante in una coppia. Provate, sperimentate, sbagliate e soprattutto godete. Soddisfa il desiderio di cambiamento nella tua donna e lei sarà completamente e sessualmente dipendente da te. Falle fare sempre le stesse cose e lei se ne troverà in fretta un altro che saprà darle ciò che tu non le dai!!

P.S. Se ti è piaciuto questo articolo ti consiglio di leggere anche: ‘Venirle dentro: la guida completa per farti dire di si‘ e ‘Come far impazzire una donna a letto: le 8 cose da fare assolutamente’

Emy – Maestradarte

SCRIVI QUI LA TUA DOMANDA O OPINIONE:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Termini e Condizioni | Privacy Policy | Contatti